Carissimi ragazzi “mai stracch”

Carissimi ragazzi  “mai stracch”,  mi fa molto piacere ricevere le vostre NEWS perchè anch’io fino a 15 anni fa, nonostante abbia fatto la “naja” al CAR dei granatieri ad Orvieto (1948-49 inaugurando la nuova divisa la modello M.48 simile a quella inglese), praticando l’alpinismo non  ero “mai stracch” anche se nello zaino c’erano vari kg di materiale: chiodi, moschettoni (materiale ferroso non lega) e 30 m. di corda in canapa, oppure piccozza e ramponi in ferro; l’ultima via attrezzata l’ho fatta a 70 anni compiuti ed ora….ne ho 90!   Nonostante tutto la montagna è nel cuore ma purtroppo ho dovuto ridurre la mia attività, ora quando è possibile, mi limito ad escursioni della durata complessiva di 3 ore al massimo.

Ecco perché ho voluto contattarvi anche se non mi è possibile partecipare a tutte le vostre attività. Abbiamo in comune la montagna ed inoltre la mia passione per l’organizzazione delle nostre forze armate che pratico facendo collezione di oggettistica; tra l’altro voi siete acquartierati a Montorio dove aveva prestato servizio mio fratello nel 79°rgt.Ftr.Roma “div.Pasubio” partecipando alle campagne di: Francia, Jugoslavia, Russia e prigionia.

Il mio servizio invece si è svolto, nonostante il mio desiderio di raggiungere il reggimento a Roma, interamente ad Orvieto dove per sei mesi sono stato l’esclusivo dattilografo del Comandante per battere le sue memorie di guerra relative al settore di Gondar (Etiopia)per il periodo giugno 1940-marzo 1941 .

Ed ora desidererei avere alcune delucidazioni sul vostro reparto: “ranger” è un reparto specializzato per azioni particolari?  E il btg “Cervino” erede di quello spedito in Russia?  Fate ambedue parte del 4° rgt .aLpini paracadutisti oppure siete separati?

Io possiedo vari fregi in plastica nera per il cappello alpino e i due fregi in metallo bianca per la fanteria e per l’artiglieria oltre alle varie mostrine compresi corpi e servizi e vi rivolgo una domanda è possibile ottenere il fregio e le mostrine (fiamme verdi sottopannate d’azzurro con gladio e paracadute) del vostro reparto magari aggiungendo quei distintivi che vedo in on-line e cioè: il gladio in corona di lauro e quercia con la scritta “ranger” e quello con il paracadute che non è ben chiaro, tutto ciò è possibile?   Ve ne sdarei oltremodo grato.

Scusandomi per avervi tediato con le mie confidenze e la mia richiesta, vi porgo tutti i miei èiù sinceri e cordiali auguri e saluti alpini

 

MOLTENI  BRAMANTE  ERMANNO

 

About the author: Saggiorato

Leave a Reply

Your email address will not be published.